Internet Etico nel 2021 (parte 3)

L'etica del monitoraggio dei cookie

24 Ottobre 2021

Terza grande domanda: quale proprietà dovrebbe avere un individuo sui propri dati?

I cookie proprietari aiutano Internet a funzionare nel modo in cui ci aspettiamo (come salvare gli articoli del carrello o ricordare il tuo login). Sono presenti però anche cookie di terze parti: questi tengono traccia del tuo comportamento su diversi siti Web e ti propongono annunci che corrispondono ai tuoi interessi.

I sostenitori del monitoraggio dei cookie ritengono che il marketing mirato tragga vantaggio dalla loro esperienza online: gli utenti devono ricevere annunci pertinenti ai loro interessi. Questa prospettiva vede la convenienza degli annunci pubblicitari come un guadagno maggiore rispetto alla perdita della privacy.

Chi non è d’accordo sostiene che vedere le stesse scarpe, su cui ti sei fermato, riapparire in un annuncio un minuto dopo, è un'esperienza inquietante! Il dissenso al monitoraggio dei cookie si basa sull’idea che una persona dovrebbe poter fornire il consenso prima che i propri dati personali vengano utilizzati o venduti per il targeting degli annunci.

Le principali organizzazioni mondiali tendono ad essere d'accordo con loro: hanno quindi approvato nuove leggi di protezione dei dati con multe salate. Senza il consenso del consumatore, il monitoraggio dei cookie può essere un comportamento predatorio che trae vantaggio dai consumatori:

  • Il Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) ha reso illegale il trattamento dei dati personali sui cittadini dell'UE

  • Il California Consumer Privacy Act (CCPA) richiede il consenso prima di raccogliere i dati

  • Lei Geral de Protecao de Dados (LGPD) è un GDPR più snello

  • Singapore ha il Personal Data Protection Act (PDPA).

 

Leggi la seconda parte oppure la quarta parte

Fonte: https://mediatemple.net/blog/work-life/ethical-internet-in-2021-the-big-questions/

Continua a vedere il blog

Torna all'elenco