Sito Web in WordPress: non solo (s)vantaggi!

3 consigli per sceglierlo… O non sceglierlo!

28 Agosto 2020

Buona visibilità on-line e semplicità del canale per veicolarla: due esigenze molto diffuse oggi nello scenario digitale.

Che tu sia un libero professionista o il titolare di un’azienda (la dimensione non conta!) è consigliabile avere uno strumento intuitivo e guidato per la tua comunicazione sul web.

WordPress offre una buona opportunità in questa direzione: la piattaforma permette di aggiornare i contenuti in autonomia (non è necessario avere conoscenze di linguaggi per il web o di programmazione) e la semplicità dell’interfaccia è a prova di “non addetti ai lavori”!

Ma è giusto conoscerne vantaggi e svantaggi…

Ne elenco alcuni utili ad una valutazione complessiva di WordPress come CMS per il tuo sito web.

 

1. WordPress è il CMS (sistema di gestione dei contenuti sul web) più diffuso al mondo e questo significa anche che viene costantemente migliorato da utilizzatori, traduttori e sviluppatori che lavorano sul prodotto, sui temi e sui plugin.

Aggiornato e molto apprezzato a livello mondiale, insomma… Lo strumento perfetto!

Purtroppo bisogna anche dire che l’ampia diffusione e il fatto che WordPress sia un software open source (il codice sorgente è utilizzabile senza costi di licenza) lo rende vulnerabile ad attacchi da parte di hacker (più frequentemente nei plugin che ne estendono le funzionalità). 

Una buona prassi per la sicurezza del sito resta quella di avvalersi degli aggiornamenti di core e plugin (rilasciati spesso gratuitamente). Se il sistema viene mantenuto aggiornato potrebbe essere molto più difficile avere problemi di sicurezza.

… La perfezione non esiste, ma già lo sapevamo!

 

2. WordPress offre una buona struttura per l’ottimizzazione sui motori di ricerca e piace a Google: è infatti una piattaforma SEO ORIENTED (Search Engine Optimization). 

Anche il tema di base di WordPress si adatta al tipo di dispositivo utilizzato. Anche questo aspetto aiuta Google ad apprezzarlo e ne favorisce l’indicizzazione!

Il traffico proveniente da dispositivi mobili è oggi molto superiore a quello sviluppato da PC o portatili quindi un sito in WordPress, con un template sviluppato seguendo gli attuali standard, sarà più fruibile per i visitatori. 

I vantaggi SEO e RESPONSIVE però non bastano: per progetti strutturati molte funzionalità vanno realizzate su misura, personalizzando il codice della piattaforma in base alle esigenze del progetto.

Modificare i contenuti di un sito è semplice ma personalizzare le caratteristiche è compito degli “addetti ai lavori”, questo significa che temi e plugin vanno gestiti e modificati da mani esperte per evitare problemi di conflitti e usabilità al sito.

Semplice per uno sviluppatore… Ma a volte ci litighiamo anche noi!

 

3. La buona versatilità di WordPress è sicuramente un vantaggio notevole: può infatti essere utilizzato per ogni tipo di sito web (blog, istituzionale, e-commerce, learning platform, forum, community, booking…) ed offre moltissimi temi e plugin gratuiti. 

Rispetto ad altri CMS però, WordPress è stato realizzato inizialmente per gestire dei blog e ha dei limiti nella gestione di funzionalità più complesse. Per ovviare a questo difetto, sono disponibili dei plugin per estenderne le funzionalità. Scegliendo con attenzione è possibile arrivare a buoni risultati, ma realizzando plugin adhoc per il tuo sito si può arrivare al top.

Puoi quindi lavorare in autonomia ma fino ad un certo punto… Dipende dal tuo progetto!

 

Se il sistema viene realizzato ed aggiornato da professionisti in possesso di competenze specifiche, offre certamente buoni vantaggi alla tua comunicazione on-line. 

Parlando poi di costi… Un sito web in WordPress non costa nulla se lo realizzi in autonomia, ma potrebbe diventare laborioso per un professionista dover sistemare un sito già avviato con qualche problema: puoi farti aiutare da un professionista con esperienza che conosce molti trucchi che ti permettono di ottimizzare il sito, un’opzione da prendere in considerazione se vuoi risparmiare.

Continua a vedere il blog

Torna all'elenco