La morte di Internet Explorer 6.0

16 Luglio 2012

Un browser antiquato crea problemi a tutti, non solo a chi realizza siti web

Nel lontano 2001 fu introdotto per la prima volta Internet Explorer 6, incluso in Windows XP. A quel tempo le alternative erano quasi inesistenti: Le percentuali di utilizzo di questo browser web era praticamente il 90%. Con l'evoluzione di internet e l'introduzione di nuove tecnologie il mercato dei browser si é ampliato fino ad arrivare a far quasi sparire questo ormai obsoleto browser.

Ma continua la lotta di molti all'aggiornamento;  è importante se non necessario rimanere sempre aggiornati, soprattutto nell'ambito web per impedire a virus di attaccare i computer e godere di una visualizzazione dei siti ottimale.

La guerra ad Internet Explorer 6 è ormai iniziata da tempo. Microsoft stessa sta conducendo una campagna volta a favorire l'aggiornamento e finalmente la versione 6 sta per sparire.

Navigare su internet con un browser antiquato vuol dire essere più soggetti ad essere infettati da virus e rischiare di non visualizzare correttamente i siti internet

Anche per chi realizza siti web l'uso da parte della massa di browser antiquati obbliga a passare più tempo nello scrivere codice per sistemare le problematiche e apportare fix per la correzione dei problemi rispetto al necessario tempo per ampliare le funzionalità.

Ultimo ma non ultimo la mancanza di compatibilità con gli standard che Internet Explorer 6 proprio non vuole integrare

Il mio consiglio è: Aggiornare, aggiornare ed aggiornare. Qualsiasi programma, browser o plugin sul vostro computer va tenuto aggiornato per dei risultati migliori e nuove funzionalità.

Continua a vedere il blog

Torna all'elenco